Da Ilmessaggero.it. Parma, resta il mistero sul proprietario, la holding russo-cipriota punta alla salvezza

Il servizio per Ilmessaggero.it, con la foto dell’atto notarile della cessione al gruppo albanese

http://sport.ilmessaggero.it/calcio/serie_a/cessione-parma-salvezza/1076768.shtml

messaggero, sito, parma, atto notariledi Vanni Zagnoli

Parma

Il mistero è caduto in parte, il Parma va a una holding russo-cipriota, la Dastraso Limited. Il presidente Tommaso Ghirardi ha lasciato dopo quasi 8 anni e 60 milioni di debiti. Se li accolla la nuova proprietà, rappresentata dall’avvocato romano Fabio Giordano, con il padre Pasquale.

«Il 60% della holding è di matrice cipriota – spiega il neo presidente -, il resto è dei russi, ha sede a Limassol, si occupa di estrazione petrolifera e ha un fatturato annuale di 2 miliardi di euro. Il presidente designato Pietro Doca si è spaventato per l’assalto mediatico, perciò ha lasciato. Inoltre io ero delegato per seguire l’affare per un’operazione non andata in porto».

L’impressione è che dietro ci sia comunque l’imprenditore albanese Rezart Taci, nonostante Doca si sia defilato. «L’obiettivo è la salvezza – aggiunge Giordano -, anche se non sarà facile. A febbraio o marzo la proprietà si presenterà, per ora rispettiamo il patto di riservatezza».

Giordano poi difende se stesso. «Non sono un fallito, non mi muovo solo grazie a papà. Il primo obiettivo è pagare l’iva». La tifoseria resta molto perplessa, perchè vorrebbe sapere chi sarà il nuovo proprietario, la holding acquisisce il 66% del pacchetto azionario.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.