Dal mensile dell’assocalciatori, Paolo Rossi autografa il suo ricordo di Gaetano Scirea: “Capitano con la C maiuscola”

Gaetano Scirea è stato tutto quello che si dice su di lui. Niente di esagerato e nessuna parola di circostanza per descrivere quello che è stato. Un modello vero in tutti i sensi, mai una parola fuori posto. Un capitano col la C maiuscola.
Un uomo di poche parole, concreto nei fatti. Dal punto di visto sportivo e tecnico è stato un calciatore pulito dalla grande tecnica e stilisticamente perfetto. Mai interventi cattivi nonostante il ruolo imponesse una durezza a volte necessaria, indispensabile.
Sempre misurato, sia nelle vittorie che nelle sconfitte.
Nella vita privata sapeva essere simpatico, sorridente e gioviale con tutti. Il suo nome rimarrà legato per sempre alla storia del calcio italiano e in particolare a vittorie indelebili come il mondiale di Spagna ’82.
Noi, che abbiamo avuto la fortuna di giocare e vivere insieme a lui momenti storici e indimenticabili, gli dobbiamo riconoscenza eterna.  Un esempio da seguire per tutti  i giovani di oggi…
Ogni tanto ti penso…
Ciao Gaetano, ciao amico mio.
Paolo Rossi

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.