E’ un Inter ancora più in crisi con Mancini. Soltanto due vittorie in dieci partite. Mazzarri aveva fatto meglio, soprattutto contro il Sassuolo, con 15 gol fatti in 3 gare.

95da48cf7c468e31cccb386f6b877a42-056-kJPD-U10071860772766-620x349@Gazzetta-Web_articolo
Roberto Mancini

Mazzarri-Baresi-staff

I numeri del secondo Mancini sono impietosi. Soprattutto dopo la sconfitta a Reggio Emilia contro il Sassuolo. L’Inter ne aveva segnati quindici ai neroverdi nelle tre partite precedenti nella gestione Mazzarri. Addirittura i nerazzurri con Mancini sono stati sconfitte nell’anticipo dell 12.30 con due gol di scarto.

La media punti dell’Inter è da incubo. Nelle ultime dieci partite la formazione nerazzurra ha raccolto soltanto due vittorie, una in più del fanalino di coda Parma. Con Mancini si è appesantita anche la differenza reti: quindici gol subiti e tredici subite. La distanza dalla capolista Juve è di 23 punti: gli stessi punti di differenza da una capolista ci furono nel 2000-01 tra l’Inter di Tardelli e la Roma di Capello. La media di Mancini è di un punto a partita ed è quindi inferiore a quella di Mazzarri di 1,45. I punti di vantaggio sul Chievo terzultimo sono otto, gli stessi che separano l’Inter dall’Europa League.

Le uniche vie di speranze per l’inter di accedere all’Europa sono la Coppa Italia mercoledì a Napoli e i sedicesimi contro il Celtic per raggiungere la seconda competizione del continente.

Biagio Bianculli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.