Gelateria. Monica, l’artista del Capolinea: da Spilamberto a Reggio, passando per Bibbiano

Di Vanni Zagnoli

gazzetta di modena, spilamberto, gelateria salata, monica e simoneUn’ex impiegata di Spilamberto si sta affermando a Reggio con il fidanzato, con una gelateria con gusti gastronomici che valorizza anche un prodotto tipico modenese, come l’ aceto balsamico tradizionale del suo paese.

E secondo gli esperti di “Dissapore”, la sua gelateria è addirittura la 45^ in Italia, fra le migliori 3 in regione: “Gelateria ‘creativa’ – si legge fra le motivazioni -, abbinamenti insoliti, primo tra tutti gelato e birra artigianale, filosofia Slow Food, cura pazzesca degli ingredienti, ottime granite. Gusto consigliato: cremino tricolore”.

E’ vicina al centro storico reggiano, in Viale Simonazzi (direzione Scandiano).

Il locale si chiama cremeria Capolinea e ogni settimana propone un gusto salato diverso, non semplici provocazioni. E la gente apprezza. L’idea è di una coppia di sperimentatori, Monica Fantuzzi, 29 anni, lavora con il fidanzato Simone De Feo, 34 anni, salernitano di Cava dei Tirreni, da 28 residente nel Reggiano. Nel paese verso il Bolognese lei ha un fratello minore, Paolo, 24 anni, studente di fisica, papà Mauro, idraulico di 60 anni, e mamma Brunella Migliori, 57 anni, impiegata.

Con il fidanzato abita a Bibbiano, non lontano dal confine con il Parmense, e dall’autunno 2010 ha rilevato questa gelateria, facendone un gioiello di fantasia.

“E pensare – racconta Monica – che facevamo mestieri differenti. Simone era tecnico informatico, io ero impiegata amministrativa alla ditta Bosch, a Nonantola”.

La loro bacheca dei gusti somiglia alla carta di un ristorante stellato Michelin. “Cremino tricolore – si legge -, pregiato cioccolato bianco variegato con dolce cremino di pistacchio pralinato e lamponi spadellati sul posto”. Crema dei principi: ricordando la toscana… “Cremoso gelato allo zabaione di vinsanto – spiegano i due – arricchito da uva passa e croccanti cantucci avvolti da cioccolato pregiato” . Delizie di costiera. “Gusto itinerante lungo la costa tirrenica. Gelato alla crema con aggiunta di pinoli tostati, un leggero aroma di basilico e golosa crema pasticcera al limone con scorzette candite”.

Fin qui tutto normale, a parte le parole fascinose, a cui corrispondono peraltro aromi davvero particolari. Settimanalmente si affianca un gusto gastronomico, fra le creazioni c’è il “prosciutto crudo di Parma, parmigiano-reggiano e pomodori sott’olio. “Non potevano mancare altri motivi del nostro territorio: il ripieno del cappelletto, il parmigiano delle vacche rosse e l’aceto balsamico tradizionale di Reggio (aragosta)”. Uno dei più apprezzati è stato “viaggio in liguria”, ovvero il pesto alla genovese. E poi “melanzane, caprino e menta”. In passato, peperoni, gorgonzola e noci; insalata di pomodori e basilico; taleggio e radicchio rosso trevigiano.

“Gusti – sottolinea Gianluca Degani, 24 anni, di Rubiera, che con i gelatai condivide la sperimentazione -,da non abbinare al dolce. Serve una coppetta o un cono differente e un pizzico di stacco fra una consumazione e l’altra”.

“Soprattutto – riprende Monica – i clienti li portano a casa e li spalmano sul pane o altro”. C’è ricercatezza nel gelato tradizionale ma pure nei sapori gastronomici, persino con la ribollita. Qualche esperimento particolarmente ardito è stato bocciato dagli stessi artefici: la maionese all’aglio, i pomodoracci sottolio con alici, pane integrale e olio d’oliva. Il Capolinea è da asporto, esclusi un paio di tavoli esterni e due sgabelli all’interno, ma chi entra ordina con lo spirito di chi va al ristorante. “Magari si documenta prima, guardando la nostra bacheca su facebook, dove pubblichiamo anche le foto del gelato dai rispettivi contenitori”.

D’estate va in vacanza la selezione di cioccolati, mentre viene arricchita la proposta di succhi di frutta. “Siamo appassionati di ristorazione – concludono Monica e Simone De Feo -,amiamo proprio le degustazioni, dal dolce al salato. Una passione con cui vogliamo contagiare i frequentatori”. Che apprezzano al punto che, ultimamente, il Capolinea è fra i primi posti, per quanto riguarda Reggio, nel Tripadvisor, famoso sito. E vengono anche da Modena per dare un’occhiata a quella carta dei gusti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.