Il Gazzettino. Il colpo del Napoli a Firenze, con Higuain da 7,5 e il grave infortunio a Insigne

Da Il Gazzettino.

Vanni Zagnoli
Il Napoli ha impiegato 11 giornate, per tornare al punto della scorsa stagione: è terzo da solo, a 7 punti dal primato. Manda in crisi la Fiorentina, capace di batterlo appena una volta negli ultimi 10 confronti diretti. Il successo è meritato per la superiorità del primo tempo, solo nel finale la squadra di Benitez rischia veramente.
In avvio gli uomini di Montella manovrano orizzontalmente, sono gli azzurri a creare tre occasioni. Sull’azione di Insigne, Higuain gira con grande rapidità, sfiorando il palo. Anche il trequartista è insidioso da fuori, poi l’uscita di Neto sull’argentino. I viola replicano con il destro da fuori di Babacar che quasi scheggia la traversa. A metà frazione esce Insigne per distorsione al ginocchio destro, rischia un mese di stop. Entra Mertens e Higuain inventa la cosa più bella della serata: ne salta tre, si allunga appena il pallone sull’ultimo controllo e dunque spedisce fuori. Un’altra palla gol è per Hamsik, la conclusione si infrange sui difensori. Segna Higuain prima dell’intervallo ma è in fuorigioco. A centrocampo Aquilani soffre, Borja Valero incide poco, in avanti Ilicic non ha squilli: solo Alonso, a sinistra, spinge con continuità e il possesso palla non ha sbocchi.
Nella ripresa la Fiorentina passa alla difesa a 3 e regge un po’ meglio, anzi Rafael devia il destro di Cuadrado, finalmente pericoloso.
Buono anche l’argine napoletano, con David Lopez prezioso e Jorginho attento. Al quarto d’ora Callejon lancia Hamsik, dribbling e sinistro non abbastanza angolato, Neto ci così arriva. Il Napoli passa su cross da destra di Maggio sfuggito ad Alonso, Tomovic respinge corto e Higuain segna di potenza, dimenticato da Gonzalo. Entra Pizarro, la Fiorentina però non reagisce, è Mertens a costruire un’altra buona azione. Esce Ilicic e zittisce i fischi, meritati, per Mario Gomez, che di testa coglie la traversa su traversone di Cuadrado. Le emozioni continuano, con l’ingresso di De Guzman, inatteso triplettista di coppa, per Hamsik. Anche Benitez si copre, tantopiù con Henrique al posto di Higuain. Sono mosse da Mazzarri, utili ad allungare la striscia a 8 risultati positivi, con 5 vittorie: solo l’Udinese ha battuto il Napoli nelle ultime 9 trasferte di campionato. Fondamentale è però il salvataggio finale di Koulibaly vicino alla linea. Ha ragione Montella: “Per un tempo siamo mancati”.

Fiorentina-Napoli 0-1
GOL: 17’ st Higuain.
Fiorentina (4-3-3): Neto 7; Tomovic 5,5, Gonzalo Rodriguez 5, Savic 5,5, Alonso 6 (37’ st Pasqual 6); Mati Fernandez 6,5, Aquilani 5 (20′ st Pizarro 6), Borja Valero 5,5, Ilicic 5 (28′ st Gomez 6), Babacar 5,5, Cuadrado 6. All.: Montella.
Napoli (4-2-3-1): Rafael 6,5; Maggio 6,5, Albiol 6,5, Koulibaly 7, Ghoulam 6; Jorginho 6, Lopez 6,5; Callejon 6, Hamsik 6,5 (30′ st De Guzman 6), Insigne 6,5 (25’ pt Mertens 6); Higuain 7,5 (40′ st Henrique sv).
All.: Benitez.
Arbitro: Valeri di Roma 6,5.
Note: ammoniti Koulibaly, Ilicic, Savic, Jorginho, Henrique.
Angoli: 7-5 per la Fiorentina. Recupero: pt 1’, st 3’. Spettatori: 31.987, incasso 631.119 euro: paganti 8827, incasso 245.969 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.