Il Gazzettino, Reggiana-Venezia 0-3. Inzaghi: “Vittoria franca, con un ’95 e un ’96 a centrocampo. Per la serie B c’è anche il Pordenone. Grazie alla società per la preparazione a Peschiera”

Filippo Inzaghi al Mapei

Vanni Zagnoli
Reggio Emilia
Vent’anni fa, Inzaghi vinse la classifica cannonieri con l’Atalanta, esultò all’ultima giornata, al Mapei, che allora si chiamava Giglio, stavolta corrobora le speranze di promozione.
“Dopo la sosta – racconta l’allenatore arancioneroverde – la prima partita nasconde sempre insidie, invece i ragazzi sono stati straordinari, è stata la migliore partita della stagione, da ogni punto di vista. Abbiamo creato tantissimo, dispiace perchè la Reggiana ha rischiato di pareggiare con questo rigore molto generoso. Rischiamo poco, giochiamo bene senza palla, in possesso siamo stati sempre pericolosi, dando l’impressione di poter segnare in ogni momento”.
Domenica arriva il Parma.
“Intanto ci godiamo questo successo, sono felice per i nostri tifosi. Sentire alla fine che ci gridavano “Grazie ragazzi” mi rende orgoglioso, conosco i loro sacrifici, come si allenano. Queste gare danno la consapevolezza di essere forti. Sono scontri diretti che aumentano l’autostima, avrei potuto inserire 10 giocatori. A centrocampo giocano Stulac e Acquadro, ovvero un ’95 e un ’96 non è sempre facile impiegare i giovani, si stanno disimpegnando molto bene”.
Temeva le tre settimane di stop?
“Ero abbastanza tranquillo perchè li vedo allenarsi quotidianamente. Fra l’altro, dopo 10 giorni di stop pesavano meno di quanto li avessi lasciati. La società inoltre ha compiuto il sacrificio di farci allenare a Peschiera, dove fa meno freddo. Se a Parma avevamo vinto soffrendo, stavolta creiamo tanto, rischiando poco. Adesso li aspettiamo con 3 punti di margine, lo stadio sarà pieno, con un tifo incredibile”.
Per la promozione è solo un discorso a due?
“No, c’è anche il Pordenone. Dopo la nostra sconfitta a Forlì siamo stati criticati, eppure lì hanno perso anche Reggiana e Padova. Questo successo accresce l’autostima. Con Scozzarella e Munari, il Parma diventa una delle favorite, però siamo davanti e così ripartiamo da certezze. I nuovi saranno molti utili e pure Bentivoglio, che ha sempre l’atteggiamento giusto”.

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.