Il Gazzettino. La versione integrale del commento in tempo reale a Italia-Giappone. La final six arriva dopo il primo set e con il braccio armato di Centoni

Vanni Zagnoli
“Chirichella se vinci ti sposo”. Lo striscione esposto a Bari suggella la nascita di una nuova stella dello sport italiano. Per ora più carina che efficace, però fra le ventenni è probabilmente la migliore al mondo, non solo fra le centrali. Il volley è bellezza ed esultanza, ritualità infinita, l’Italia esulta ancora, superando anche il Giappone.

Il passaggio alla final six di Milano è certo, stasera (dalle 20 su Raisport1) la sfida alla Cina vale solo per stabilire il primato nel girone, di fronte ci sarà Lang Ping, l’unica ct di questi mondiali.
Con le nipponiche la sfida è equilibrata per due set, la battuta migliora nel finale del primo, in tempo per evitare i vantaggi. Già lì è certo il passaggio matematico alla 3^ fase.
Le giapponesi sono poco fisiche, preferiscono i pallonetti alla potenza, a muro non serve saltare tanto, basta mettere le mani di là dalla rete. Ogni “primo tempo” di Arrighetti rappresenta una scarica di adrenalina, al pari delle occhiate di Centoni.

L’attacco funziona, Costagrande è l’unica a proteggere le braccia, a 34 anni sono ancora armate e autografano il 14-11. Al 5° mondiale, la regia di Lo Bianco è scientifica, la ricezione ha un passaggio a vuoto e le asiatiche riprendono la parità a 14, l’Italia però riparte sospinta dal “Volare” del pugliese Modugno: Centoni (16 attacchi vincenti), Del Core e Lo Bianco firmano il 2-0. Anche il terzo parziale è in discesa, convince la capitana Piccinini, subentrata a Del Core.

Dentro pure la civettuola Signorile in regia, applicata in difesa. Dispiace per le eliminazioni premature dei ct modenesi, Barbolini con la Turchia (“Comunque solo noi abbiamo fermato il Brasile, in stagione”) e Guidetti con la Germania. Sono i primi tifosi di Azzurra.
Girone E. Italia-Giappone 3-0 (25-23, 25-20, 25-19), Cina-Dominicana 3-2; a Trieste, Germania-Belgio 3-0, Croazia-Azerbaijan 1-3. Classifica: (girone E): Cina e Italia 16, Rep. Domenicana 12; Giappone 8, Germania 6, Croazia e Azerbaijan 5, Belgio 4.
Girone F. A Verona, Stati Uniti-Serbia 3-0, Brasile-Russia 3-1; a Modena, Turchia-Olanda 3-1, Bulgaria-Kazakhistan 3-0. Classifica: Usa 18, Brasile 17, Serbia 11; Russia 10, Turchia 7, Bulgaria 6, Olanda 3, Kazakhistan 0.

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.