Le curiosità degli ultimi giorni nello sport nazionale: il Marocco rinuncia alla coppa d’Africa, Belloli è il presidente della Lnd, con l’opposizione della Campania; i gol dei 35enni Pellissier e Maccarone e gli argentini cannonieri. L’infortunio di Insigne, stagione finita. I colori improbabili anche delle prime maglie. Le novità azzurre Soriano (nato in Germania), il 33enne Moretti e Bertolacci

Sono sempre più gli stranieri a essere attratti dal calcio italiano, anche se Thohir ha iniziato a fare qualche riflessione. Taci è interessato al Parma, aveva già trattato molte società, in particolare il Bologna, all’epoca fu respinto com’era già capitato a Tacopina, magari anche qui stavolta si chiude.

Il Marocco rinuncia a organizzare la coppa d’Africa, è probabile che neanche si disputi, mancano appena due mesi al via, sarebbero contenti i club che non perdono i giocatori…

E’ Belloli il nuovo presidente della lega dilettanti, eletto ieri con l’80 per cento dei voti. Il lombardo è osteggiato dal comitato campano.

Il ritorno di Pellissier e degli “argentini”: la doppietta di Pellissier, due anni e mezzo fa l’ultima: “Non sono finito”. Può ancora dare qualcosa al calcio italiano, come il coetano Maccarone, determinante nell’Empoli contro la Lazio.

In serie A incidono molto gli argentini: Higuain si è sbloccato e adesso è irrefrenabile, Tevez firma una doppietta da fuoriclasse e Icardi lo imita contro il Verona.

Curiosità, le seconde maglie stonate: il rosa del Cesena – sembra proprio il Palermo -, il granata della Lazio non c’entra con la storia biancoceleste, il verde del Parma. Fra l’altro tutte e 3 sono state sconfitte, il Parma come mai da quando è in serie A, 7-0 a Torino.
La rottura del crociato per insigne, in una banale ricaduta dopo un contatto: stava giocando molto bene, dopo una partenza negativa. il sostituto c’è, è Mertens, ma è una perdita notevole, per il Napoli e per gli azzurri.

A proposito di Nazionale: a parte il ritorno di Balotelli, fra i convocati, c’è anche il ritorno di Cerci. È la prima chiamata per il difensore Moretti, 33 anni, che nel Toro sta facendo molto bene. E poi Soriano e Bertolacci, che avevano partecipato solo a uno stage: Rappresentano estro e solidità delle genovesi. Soriano poi ha una bella storia, poichè è nato in Germania, ha fatto le giovanili nel Bayern, assieme ad Alaba e altri campioni attuali di Monaco di Baviera.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.