Il Gazzettino. Il giudizio di Zoff sul mancato Pallone d’oro a Neuer: “Quando i rivali sono Ronaldo e Messi, per un portiere diventa difficile conquistarlo”.

L’integralità dell’intervista a Dino Zoff per Il Gazzettino del Nordest

 

zoff
Dino Zoff

Per lo 0,40% dei voti, Manuel Neuer arriva terzo, dietro anche a Messi. Fra i portieri vinse solo il russo Jascin (Dinamo Mosca, ’63), davanti a Rivera: furono secondi Buffon (2006, dietro a Cannavaro) e Zoff; terzi Victor (Dukla Praga), per il successo della Cecoslovacchia a Euro ’76, e Kahn (Bayern) nel 2000.

Dino Zoff, Neuer non meritava il Pallone d’oro?

“Quando gli avversari sono due mostri sacri come Ronaldo e Messi, per un portiere è ancora più difficile”.

Non andrebbe premiata la squadra campione del mondo, come sostiene il presidente Uefa Platini?

“Va considerato tutto l’anno. Era bello insignire un portiere, però bisogna inchinarsi di fronte a quei due: anche per me Cristiano è stato il migliore nel 2014, magari avrei votato Neuer da ex collega di ruolo”.

Nel ’73, Cruijff ottenne il doppio dei suoi voti, grazie all’Ajax…

“Se la Juve avesse vinto la finale di coppa Campioni a Belgrado, sarei arrivato più vicino all’olandese, all’epoca ero molto considerato. Lui peraltro alzò 3 trofei in 4 anni”.

Perchè primeggiano sempre elementi offensivi, esclusi Sammer (’96) e Cannavaro?

“In passato qualche attaccante valeva di meno, però è naturale scegliere chi fa spettacolo. Non so se l’anno prossimo Cristiano raggiungerà Messi a quota 4, certo per altri è complicato inserirsi”.

Il ct Loew è stato superiore ad Ancelotti?

“Il mondiale è la massima espressione del calcio. Carlo però meritava quanto Simeone, finalista di Champions e campione di Spagna”.

Vanni Zagnoli

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.