Il meglio della settimana. Mazzarino racconta Zagnoli. I maghi eterni: Mourinho, Hiddink, Van Gaal. La morte del professor Vittori.

L'incidente tra Rossi e Marquez, che ha condannato "il dottore" ad una squalifica che gli è costata la perdita del Mondiale
L’incidente tra Rossi e Marquez, che ha condannato “il dottore” ad una squalifica che gli è costata la perdita del Mondiale

Dalle idee di Vanni Zagnoli

Il 2015 volge al termine, è il momento del 2016. Facciamo un passo indietro, però, per parlare di ciò che in quest’ultima settimana non è stato trattato, partendo dal calcio, ritornando all’esonero di Mourinho dal Chelsea. Come già detto, sulla panchina dei blues arriva Hiddink. Questi due tecnici hanno un preciso collegamento con un loro collega, il quale è in difficoltà. Sulla panca dei Red Devils, del Manchester United, siede Louis Van Gaal, ma a quanto pare ancora per poco, dato che è a serio rischio esonero. Questi tre allenatori vengono considerati “maghi eterni”. Da ciò che si vede, però, non sono poi così maghi, ma riescono sempre a ripartire. Buon per loro.

Vanni ha proposto poi un’idea niente male: il mercato degli allenatori. Mourinho in crisi con il Chelsea, finisce la stagione all’Anzhi. Mihajlovic esonerato dal Milan, va in serie B per portare in A una squadra. Ovviamente, erano solo esempi, ma sarebbe bello se tutto ciò accadesse. Credo, però, che sia solo utopia, purtroppo.

Il 2015 può essere ricordato come “l’anno di chi meritava più di chi ha vinto”. Ad esempio, Valentino Rossi, avrebbe meritato la vittoria del Mondiale, distante pochi giri, prima dello scontro con Marquez.
Nel basket, Reggio Emilia avrebbe meritato di vincere il campionato più di Sassari, nonostante la grande stagione della squadra di Sacchetti. La Lazio avrebbe meritato di portarsi a casa la Coppa Italia.

Infine, per quanto riguarda l’atletica, il 24 dicembre è morto il professor Carlo Vittori, atleta e allenatore che scoprì Mennea.

Alessandro Mazzarino

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.