Calcio. Fra i più ricchi del mondo c’è il nuovo proprietario del Bologna, Joey Saputo, canadese di Sicilia: passa dal 323° gradino al 289°.

114108993-a97ef6c9-89df-4540-8e47-86a5b0ce6bd9
Joey Saputo

Secondo l’ultima classifica di “Forbes”, rivista statunitense di business e finanza, Joey Saputo ha scalato le posizioni dal 323° posto al 289° tra i più ricchi al mondo con un patrimonio di 5 miliardi di dollari, cresciuto di 2,3 milioni.

I Saputo non sono stati considerati certamente per aver investito nella squadra del Bologna, ma per aver allargato l’impero delle mozzarelle acquisendo l’australiana  Warrnambool Cheese and Butter Factory, con un accordo del valore di 390 milioni.

La storia dei Saputo. Joey Saputo, ha 50 anni, è nato a Montreal, figlio di Emanuele, palermitano di Montelepre e di una veneta, Mirella Scattolin, emigrati in Canada nel 1952 dove fondarono l’azienda di famiglia. E’ la più grande azienda produttrice canadese di mozzarelle, terzo per esportazione in Argentina e Stati Uniti. L’azienda fondata dal padre ha 9000 dipendenti, che lavorano tra Stati Uniti, Argentina, Germania e Regno Unito. Joey ha una moglie di origine cosentina che le ha dato quattro figli. E’ ora presidente del consiglio di amministrazione del Bologna.

Il club in Canada. Joey è fondatore e proprietario del Montreal Impact dove hanno giocato Marco Di Vaio (attuale dirigente del Bologna) e Alessandro Nesta. Saputo gestisce anche una holding di famiglia, è membro del cda della TransForce (azienda di trasporti). Saputo, ha affari anche nell’edilizia e nella costruzione di campi da golf. Negli ultimi tempi aveva avviato contatti sia con la Fiorentina che con la Juventus. Nel 2008 ha costruito lo stadio del Montreal, lo «Stade Saputo», impianto con una capienza di 20.801 posti.

Biagio Bianculli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.