Il sogno: essere al fianco di Beccantini, di Alberto Bortolotti, poi Sandro Sabatini, di Giorgio Gandolfi

Passano le ore e sale in me, come sempre, l’ansia. Fa parte di me, mia compagna di viaggio da sempre. Ecco, stasera sarò a Reggio accanto a Roberto Beccantini, un mio mito, con Alberto Bortolotti, che una dozzina di volte mi ha invitato nelle sue trasmissioni. E a Parma, la mia prima volta con Sandro Sabatini, con il grande Giorgio Gandolfi. Privilegi.

La mia prima presentazione di un libro di un collega, gestita totalmente da me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.