Volley. Ai mondiali femminili il re degli speaker è modenese, Antoine

antonio nanniDi Salvatore Occhiuto

Le “voci mondiali” sono gli speaker che ogni giorno dal microfono dei palazzetti animano il pubblico, incitano le giocatrici, ritmano gli incontri.

La loro mission una passione da trasmettere attraverso la voce, da Bari a Roma, passando per Trieste e Verona ,e nella seconda fase Modena e Milan.

Nella città della Ghirlandina a parlare sarà una voce storica. L’amico Antoine, al secolo Antonio Nanni, inconfondibile cantore delle gesta della Panini, modenese purosangue, 63 anni il prossimo 3 novembre.

Un anno fa è stato proclamato dai blog pallavolistici “re indiscusso e indiscutibile tra gli speaker della pallavolo italiana”. Oramai è un pezzo di storia del volley, in perfetta simbiosi con palazzetto e pubblico.

Sono passate squadre di club e nazionali, allenatori, giocatori, dirigenti, ma lui è sempre lì a testimoniare partite, trofei, eventi. Una popolarità che trascende i confini modenesi. Durante la scorsa stagione i tifosi di Trento, in un periodo di sua assenza dal palasport per motivi di salute, lo avevano salutato con uno striscione in cui lo esortavano a “non mollare”. Antoine ringraziò commosso.

(v.zagn.) “Grande pallavolo, grande pallavolo”. Ogni volta che sono stato a Modena il migliore in campo è stato Antoine, impressionante per la sua teatralità. Del resto ha fatto proprio anche teatro, come Marco Nosotti, il giornalista di Sky, speaker nelle feste di Sassuolo e Modena calcio. Sono primattori modenesi, popolarissimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.