(Ziz)zagando. Globe Soccer Awards, Allegri fra i candidati. I punteggi pazzi nel calcio. I premiati che si sono persi e quelli che sono diventati grandi. Basket, il ritiro della maglia di Meneghin. Tennis, archiviato il procedimento per doping di Sara Errani

Con Traorè

(v.zagn) 1) Allegri fra i candidati come miglior allenatore ai Globe Soccer Awards. Gli altri italiani: Raiola e Federico Pastorello agenti, Berta fra i ds. I ritratti, soprattutto, dei due meno noti, uno dei figli di Giambattista Pastorello e il bresciano Andrea Berta, ds dell’Atletico Madrid, licenziato da Ghirardi, al Parma, con cui chiuse adendo alle vie legali.

2) Chi è Adnan, l’ex Udinese e Atalanta, adesso al Vancouver, fra gli attivisti a Baghdad.

3) Palacio in gol a 37 anni, gli attaccanti reggono quanto difensori centrali.

4) I punteggi pazzi, il 7-1 dell’Atalanta sull’Udinese, che aveva la miglior difesa del campionato, dopo lo 0-9 fra Southampton e Leicester, i punteggi larghi rituali. Basterebbe che Gasperini in Europa fosse molto più prudente, per provare a fare strada.

5) Il mondiale under 17 in Brasile. Perchè sempre tanti eventi in Brasile: mondiale, olimpiade, adesso il mondiale under 17. L’Italia con Cudrig (Monaco) e Barbieri (Novara).

6) I premiati che si sono persi e quelli che sono diventati grandi. Adriano (Brasile) nel ’91 fu scarpa d’oro, Lamptey pallone d’oro, in Italia. Nel 2001 a Trinidad & Tobago il francese Florent Sinama-Pongolle fu scarpa d’oro e pallone d’oro, mai sentito. Due anni dopo Fabregas (Spagna) con il doppio riconoscimento, e poi Vela (Messico) scarpa d’oro. L’ultimo pallone d’oro fu Foden, espulso l’altra sera in Manchester City-Atalanta, era in India.

7) La Juve infinita del calcio femminile, 4° trofeo in due stagioni, aveva perso solo la supercoppa, un anno fa. Girelli decide, è forse il miglior talento italiano.

8) Ognissanti, Modena, Terracielo: “Il posto più bello dove dirsi addio”. 
La creatura dell’ex dg del Modena calcio Gibellini. Fatta 4 anni fa: “Per offrire una camera ardente bella a chi non può tenere i morti in casa”. E’ stato anche dirigente del Sassuolo, fa l’opinionista tv da anni, nel modenese, e ha fatto il funerale di mia mamma. Siamo stati ospiti insieme tante volte.

9) Volley, la nuova operazione per il centrale azzurro Matteo Piano. La stagione rischia di essere già finita, è l’ennesimo infortunio della carriera. Aveva dovuto saltare il mondiale, era stato protagonista nella qualificazione all’olimpiade, a Bari, discreto anche all’Europeo, l’operazione per la lesione al crociato riportata con la nazionale, contro il Canada.

10) Volley, i sorteggi di Champions: Civitanova e Trento nello stesso girone, al femminile evitato il derby italiano. Possono passare tutte e 6, la formula è la stessa della scorsa stagione, con la doppia finale, maschile e femminile, nella stessa città, ancora da decidere.

11) Basket, il ritiro della maglia di Meneghin, da parte di Milano, dopo solo D’Antoni e Kenney.

12) Ravenna, l’archiviazione del procedimento penale per il doping di Sara Errani. Tracce di farmaco antitumorale per la mamma finirono nei tortellini.

13) Boxe, Canelo Alvarez può avvicinare il record di Roberto Duran, campione in 4 differenti categorie di peso. Il messicano sfida Kovalev per i mediomassimi, è considerato il miglior pugile in circolazione. E’ l’occasione per raccontare anche Duran, i suoi successi, l’amicizia con Maradona gli italiani che lo fecero ingrassare, tantissimi gli aneddoti.

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.