Il Gazzettino. Il racconto in tempo reale del volley di ieri sera. Continuano i dubbi sulle azzurre.

volley italia 2014(v.zagn.) L’Italia perde i primi due punti dei mondiali, dunque nella seconda fase, al via mercoledì, non ripartirà a punteggio pieno: sarà a quota 7, dietro alla Cina, prima del gruppo D. A Bari, altre avversarie provenienti dal girone pugliese saranno Giappone (5 punti), Belgio (3) e Azerbaigian (2). Dal gruppo di Roma, invece, la Rep. Domenicana passa con 6 punti, in virtù del successo di ieri al 5° set sulla nazionale di Bonitta; la Croazia con 3 e la Germania con appena uno. Dunque Cina, Italia e la sorprendente Domenicana sono in poleposition per restare fra le prime 3 e approdare alla 3^ fase.
Dal 6 pari iniziale, le azzurre subiscono 8 punti di fila sulla battuta di Mambru. Entra Caterina Bosetti per Piccinini, difesa e ricezione però saltano sui pallonetti delle centroamericane. Sul 9-16 il set è compromesso, neanche l’ingresso di Ferretti lo rovescia. Manca Costagrande, infortunata a una caviglia, nel secondo parziale si ferma Del Core per lo stesso motivo, in ricaduta a muro, l’infortunio comunque non è grave. L’Italia contiene il divario entro i 3 punti, reagisce con Centoni e Diouf, i due opposti in campo contemporaneamente, migliora la ricezione e così anche la regia di Lo Bianco. Bosetti è precisa in difesa, mentre le domenicane sbagliano tanto e allora neanche servono i primi tempi.
Nella 3^ frazione c’è spazio anche per Raphaela Folie, centrale bolzanina di 23 anni. Il livello di gioco scende di nuovo (6-8), l’Italia però reagisce e con Piccinini firma il contrattacco del 17-15. Rientrano Ferretti e Del Core, ma le biancorossoblù risalgono sul 19-22. Tornano Centoni e Lo Bianco, De La Cruz tuttavia è imprendibile e autografa l’1-2. Il quarto set rilancia Chirichella, ma è Bosetti a firmare un bel muro e a chiudere il 12-11. Diouf in battuta porta al 21-15 e di lì al tiebreak. La Rep. Domenicana parte bene (6-8), allunga con un muro su Centoni e con un ace, schiacciando le azzurre.
Le ultime qualificate sono Bulgaria e Turchia (Trieste) e Kazakhistan (Verona).
Italia-Rep. Domenicana 2-3 (15-25, 25-16, 21-25, 25-16, 8-15); Tunisia-Argentina 0-3; Croazia-Germania 3-2.
CLASSIFICA (girone A). ITALIA 13; REP. DOMENICANA 12; CROAZIA 9; GERMANIA 8; Argentina 3; Tunisia 0.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.