Il Gazzettino, under 21. La Danimarca resiste alla pressione azzurrina, veniva da 9 vittorie di seguito. Petagna è in serata, bravo Ferrari

Benassi contro i danesi
Benassi contro i danesi

E’ un’under 21 da 6,5, contro la Danimarca crea molto ma non arriva al gol. La propulsione è continua, soprattutto nella ripresa, così l’amichevole di Bergamo si trasforma in una festa dell’Atalanta, quarta in classifica, con 4 in campo: Conti e Caldara, Grassi e Petagna. Proprio Grassi dalla sinistra calcia in maniera imperfetta, poi vive un buon momento Pellegrini, centrocampista del Sassuolo. Prima dell’intervallo un bel movimento di Petagna, il sinistro però non è angolato. Lo spettacolo è gradevole e gratificato da 7mila spettatori, compreso il presidente federale Tavecchio.
Ricci in velocità è spinto in area, ci stava il rigore: in tribuna c’è il capo degli arbitri della Fifa, Busacca, arrivato per la sperimentazione della Var. Gli scandinavi vengono da 9 vittorie di seguito, sono pericolosi tre sole volte, è Ferrari a salvare sulla conclusione di Juncker. I tiri azzurrini sono frequenti, la palla neanche entra sul sinistro di Ferrari, murato sulla linea.
“Primo tempo timoroso – si rammarica il ct Di Biagio -, nel secondo è mancato solo il gol. Avremmo meritato di vincere almeno una gara, considerata anche la rimonta subita in Inghilterra. Occorre migliorare nelle misure del gioco e sul pressing”. “Spiace non avere segnato”, conferma Petagna, dai movimenti alla Vieri. Era l’ultima partita del 2016, il bilancio è di 4 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte. “Bisogna vincere di più”, chiude Di Biagio.
Vanni Zagnoli
ITALIA-DANIMARCA under 21 0-0

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.