Il Gazzettino. Volley, A Salsomaggiore i calendari 2019/2020. Trento conferma il roster. Perugia, Sirci: “La bella scudetto è stata brutta, ci siamo persi il campionato”. Mondiale per club per Civitanova

Andrea Giani nuovo coach di Modena (ivolleymagazine.it)

Salsomaggiore Terme (Parma)
Al palazzo dei congressi la tre giorni di volley mercato è stata intrigante, fra procuratori (compresa una donna), ds e dg, presidenti e addetti stampa e social. Abbiamo occhieggiato i contratti e i dialoghi fitti, anche a cena. E’ un po’ come nel calcio e qualcosa dal calcio arriva, anche in negativo. Dopo Stojtchev, il bulgaro licenziato da Modena, un’altra separazione per giusta causa, ovvero Lorenzo Bernardi da Perugia, reo di avere incassato solo la coppa Italia. Il presidente Gino Sirci imita Cellino, che non voleva mai pagare gli esonerati, compreso Allegri, Memorabile la trattativa che non ha portato Zaytsev a Civitanova: “Avevamo già scelto anche l’asilo per i figli”, confessava Beppe Cormìo, il dt che importò Velasco dall’Argentina. L’ex ct lascia Modena per la federazione (segue i giovani), mentre lo zar resta.
In A c’è sempre Padova, alla 17^ stagione su 21, in precedenza arrivarono anche due quarti posti, come Petrarca. Nove su 14 sono veneti, le stelle restano Dragan Traviça, di nuovo da nazionale, e Randazzo, un anno fa utile nel quinto posto mondiale. L’obiettivo è confermare i playoff. Verona insegue sempre la prima semifinale della storia e giocando accanto al Bentegodi spera che qualche tifoso in più dell’Hellas si fermi a seguire la pallavolo. Nei quarti dei playoff aveva sfiorato il colpo a Civitanova, nessuno era andato così vicino a far saltare il campo dei (poi) campioni d’Italia e d’Europa e con Stojtchev può colmare il gap. Trento, invece, viene da una sola finale scudetto in 4 anni. «Raggiungiamo i 20 anni di serie A – spiega il team manager Riccardo Michieletto, trevigiano -. Per completare il palmares ci mancava giusto la Cev, sfiorata due volte. E abbiamo il record di 5 successi nell’ex coppa intercontinentale”.
Che Civitanova dovrebbe disputare in India, contro il Sada Cruzeiro, brasiliana. Primo trofeo stagionale sarà la supercoppa, ma dopo due giornate, e sarà ospitata da Civitanova, tricolore. 
Trento conferma il roster e appare quarta, fra le grandi, dietro la Lube, forse Modena (allenata da Giani) e poi Perugia, già sul punto di uscire in semifinale, contro gli emiliani, appunto. In Umbria si può comunque rivivere il triplete del 2018 con l’allenatore belga Heynen, campione del mondo con la Polonia, a Torino. «Ci aspettavamo di più – spiega Sirci, il presidente più esuberante, assieme alla modenese Pedrini -, la bella scudetto è stata brutta, ci siamo persi il campionato». Nonostante il cubano Leon, agli Europei al debutto con la Polonia, il giocatore più quotato al mondo, per le 4 Champions conquistate a Kazan. «Comunque siamo lontani dalle cifre del calcio», chiosa il proprietario della Sir safety.
Il volley ricorda lo spagnolo Falasca, in Italia per 4 anni da palleggiatore e per 3 da tecnico, stroncato da infarto a 46 anni. Proprio a Monza arriva il miglior giocatore del mondiale, l’opposto Kurek.
Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.