In fondo mi sono sempre divertito, anzi da alcuni anni mi diverto. Non lavoro, mi pagano per una cosa che farei gratis

Ringrazio Silvia, i miei suoceri, mia madre, papà che non c’è più. Io, da Reggio Emilia, da Pieve Modolena e poi Coviolo, ho inventato il mestiere di freelance se non in Emilia Romagna, perlomeno in provincia, dal ’93.

Orgoglioso di quanto ho fatto. Siamo a e di Reggio. C’è la serie A di calcio, di basket. Certo, Milano… Milano è un’altra cosa, è tanto, però in fondo ci siamo divertiti, in fondo ho sempre lavorato. Ho sempre rotto le scatole alle redazioni e tuttora lo faccio. Con applicazione, senza scrittura. Con intuizione, i miei pochi talenti.

Un bel mix fra scrittura in tempo reale, interviste, analisi poche (adesso sul sito) e apparizioni televisive. Non seguo più servizi marginali, mal pagati e di scarsa visibilità.

Ringrazio Dio, i colleghi, gli amici, i familiari.

E’ la mia 25^ stagione da giornalista e la 20^ da marito. Un orgoglio, un onore, lavorare con e per Silvia.

Baci, dal Migliolungo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.