Tuttosport, basket. Reggiana-Torino 89-82, Markoishvili e Reynolds portano alla 7^ sconfitta di fila dell’Auxilium, record negativo in A. 29 punti e 18 rimbalzi per il lungo al rientro, 7/7 da tre per il georgiano. Buono il primo quarto di Mbakwe

Markoishvili e Reynolds hanno aggravato la crisi di Torino (immagini.quotidiano.net)

La versione originaria del commento per Tuttosport

VANNI ZAGNOLI
REGGIO EMILIA. Quel briciolo di speranze playoff è forse più della Grissin Bon che di Torino. Ma siamo lì, a pari punti, a quota 24, a 4 dalla soglia odierna, a sole 3 giornate dalla fine. Varese, Cantù e Bologna sono lontane, a 28: una resterà fuori e pure Sassari e Cremona (a 26) hanno maggiori chances delle duellanti di ieri. Per i gialloblù arriva la 10^ sconfitta in 12 gare, nonostante il vantaggio per due terzi di incontro.
7-11 torinese e primo sorpasso emiliano con la tripla di Markoishvili: saranno 7 (su 7), dopo un periodo negativo, a meritare la conferma.
L’Auxilium non può controllare l’esuberanza di Reynolds (29 punti e 18 rimbalzi, al rientro), ma inizialmente difende bene, costringendo Della Valle e compagni a forzare. Primattore del quarto incipiente è Mbakwe, con 13 di valutazione. Nella curva di casa spunta lo striscione “Ultras = no lame”, riferito ai tafferugli di domenica, prima di Virtus-Varese, con successivo coro contro i tifosi lombardi. Il clima si surriscalda per un tecnico alla panchina emiliana, intanto i gialloblù arrivano sul 20-29 con due schiacciate di Pelle e la propulsione di Poeta. La squadra di Paolo Galbiati è pericolosa, lo testimoniano gli 11 falli procurati contro 5, in 14’, e ha buona circolazione di palla, sintetizzata dall’appoggio e poi dalla sospensione di Jones, a mantenere 7 punti di margine. Galbiati deve chiedere timeout per il taglio backdoor concesso da Boungou a White e il -2 reggiano. Markoishvili azzecca il canestro pesante del sorpasso, facendo preoccupare il presidente Antonio Forni, in panchina. Poeta è bravissimo a indurre Chris Wright allo sfondo, mentre Garrett azzecca due contropiedi, fimando il 37-42. L’Auxilium arriva al quarto d’ora di pausa avanti di 2, grazie anche al buon apporto di Pelle, nonostante la sospensione concessa a Chris Wright.
Si riprende con il canestro in arretramento di Mbakwe, a urlare di gioia davanti alla tribuna. Lì Torino si invola, con il 2-11 autografato Garrett e Boungou. Il clima è fin troppo rilassato, al punto che Washington si ferma a parlare con uno spettatore, così Reggio rientra sul 48-55. Torino ha pazienza, contiene l’arrembare biancorosso, sul +5. Mazzola raggiunge i 4 falli, Jones si becca un tecnico evitabile e la Grissin arriva al sorpasso sul 65-60 con la tripla di De Vico e lo strapotere fisico di Jalen Reynolds, su Pelle. Nel finale emerge l’esperienza di Menetti nei confronti di Galbiati, con difesa e rotazioni. Il canestro più acrobatico della serata è di Poeta (67-64), gli risponde l’ex Chris Wright, allungando a +8. L’Auxilium è stata inferiore a rimbalzo, deficitaria da 3 e nell’ultimo parziale. Solo con la tripla di Garrett (-4) trova speranze, frustrate dall’infallibilità di Manuchar Markoishvili, dalla lunga distanza. Il gioco a 2 per Washington vale l’82-76, Reynolds leva ogni pathos, suggellando la miglior gara in carriera, con 41 di valutazione.
REGGIO EMILIA-TORINO 89-82
GRISSIN BON: C. Wright 7 (2-6 1-2), Della Valle 10 (2-7 0-5), Markoishvili 24 (1-2 7-7), White 9 (2-6 1-3), Cervi 2 (1-1); Llompart, Candi (0-1), Reynolds 29 (10-14), De Vico 8 (1-1). Ne Dellosto. All. Menetti.
FIAT: Garrett 17 (5-7 2-4), Vujacic 5 (1-4 0-3), Mazzola 4 (1-3 0-1), Washington 10 (4-7 0-1), Mbakwe 19 (7-9); Poeta 2 (1-3), Pelle 10 (4-6), Tourè, Jones 8 (3-4 0-2), Boungou Colo 7 (1-1 1-5). Ne: Akoua, Mittica. All. Galbiati.
Arbitri: Seghetti, Attard, Giovannetti.
Note: parziali 18-21, 40-42, 65-60. Da 2: R 19-38, T 27-44. Da 3: R 10-23, T 3-18. Liberi: R 10-23, T 19-25. Rimbalzi: R 39 (14 off, Reynolds 18), T 24 (7 off). Recuperi: R 4, T 9 (3 Washington). Perse: R 16 (5 Reynolds), T 7. Assist: R 23 (6 Lompart e C. Wright), T 20 (5 Garrett e Poeta). Spettatori: 3500, incasso di 67mila euro.

Da “Tuttosport”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.