Sci. Christof Innerhofer arriva da una stagione da una stagione senza squilli: “Ho problemi alla schiena, punto al SuperG”.

inner_itw
Christof Innerhofer

Il superG dei Mondiali è in bilico a causa di una forte nevicata attesa su Beaver Creek. Ma intanto gli azzurri si preparano per la gara. Christof Innerhofer si racconta, prima del superG.

“Non ho un feeling diverso da una gara di Coppa del mondo, gli americani sono molto easy e non mettono pressione. Affronto questa gara con la massima serenità, anzi sono anche più tranquillo che in Coppa perché so che qui conta solo il podio. Il mio obiettivo è provarci, senza voler strafare. Questa pista la conosco bene, ed è pericoloso se si vuole strafare, soprattutto nella parte alta del percorso, dove è molto ripido. Bisogna rischiare per arrivare ad un risultato importante, ma rischiare usando la testa, visto che qui si parte subito a tutta”.

“Non mi sono mai sentito meglio, durante questa stagione. Ho già avuto la fortuna di vincere qualche medaglia nella mia carriera e non devo inseguire nulla. Per il superG potrebbe cambiare la condizione della pista. Durante la prova della discesa c’era neve nuova riportata, per il superG potrà esserci neve appena caduta. Cambia tutto. Ma ho imparato a non crearmi pensieri per le condizioni di gara. Mi concentro solo sulle cose che so di poter cambiare in prima persona, non certo sullo stato della neve o sul clima, sui quali non posso fare nulla. Non sto a perderci tempo”.

“Ho una grande passione per lo sci ed è questo che mi spinge ad andare ancora avanti, per cercare sempre di vincere. So perché non ho avuto risultati importanti durante la stagione, perché stavo male. Perciò non mi preoccupo. Mi preoccuperei se non sapessi il motivo dei miei scarsi risultati. Io curo tutti i dettagli e se sono riuscito a fare risultati importanti è perché sono fatto così, altrimenti non ci sarei riuscito”.

Più possibilità in discesa o più in superG? “In condizioni normali avrei detto più in discesa, perché ci sono le prove e si può studiare tutto nel dettaglio. Per come è la situazione adesso, dico più in superG. Poi, vedremo”.

Biagio Bianculli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.